La stella di natale

Caratteristiche della stella di natale

L’Euphorbia pulcherrima meglio conosciuta come Stella di Natale o Poinsettia appartiene alla famiglia delle Euforbiaceae (stessa famiglia del Croton) ed è originaria del Messico.

Ha la particolarità di avere le brattee, vale a dire delle false foglie, variamente colorate (rosse, rosa, bianche) che si sviluppano sulla cima dei rami.
I veri fiori sono piccoli e di colore giallo.

Gli steli contengono un lattice molto velenoso ed i fiori sono riuniti in infiorescenze (formate da tanti fiori maschili ed uno solo femminile).

E' una pianta cosiddetta "fotoperiodica", ovvero che fiorisce solo con un determinato numero d’ore di luce (8-9 al massimo, mentre nelle altre ore deve stare al buio.

Come si coltiva la Stella di Natale

Una volta cadute le brattee rosse, bisogna tagliare gli steli fino a 10 cm dalla base (dopo il taglio, per evitare la fuoriuscita del lattice si cosparge la ferita o con cenere di sigaretta o con polvere di carbone di legna oppure bagnando la ferita con acqua calda) e mantenere il terriccio quasi asciutto tenendo la pianta in una zona della casa dove c'è buona luce ma non sole diretto ed una temperatura non troppo elevata.

Questo per un mese. Verso maggio, quando la pianta comincia a crescere si rinvasa in un vaso non troppo grande, in quanto se ha la possibilità di avere ampio spazio per sviluppare le radici, tende a produrre molti steli, a discapito delle foglie e delle brattee rosse. Si utilizza una composta a base di torba, leggermente acida, soffice.

La pianta va tenuta in luogo luminoso ma non al sole diretto e si deve annaffiare solo quando il terriccio inizia ad asciugarsi evitando che secchi eccessivamente.

Da maggio a settembre va concimata ogni 15 giorni usando del fertilizzante liquido miscelato all'acqua d’irrigazione con un titolo elevato di Potassio e Fosforo.

Si recidono i rami eccessivi in modo da lasciare 5 steli principali che formeranno un bel cespuglio.

Gli steli tagliati, se messi a radicare, possono produrre delle nuove piante.

Per tutto ottobre e novembre si mette la pianta ogni giorno, od in luogo buio, oppure si ricopre con una busta di polietilene nera per circa 15 ore al giorno (dalla 17,00 alle 8,00 del mattino del giorno dopo).

Durante le ore di luce si lascia la pianta in una zona luminosa della casa ma non al sole diretto, senza concimarla e annaffiandola poco.

Per Natale si avranno in questo modo le caratteristiche brattee rosse ed i fiorellini gialli.

Tratta bene la tua Poinsettia

Cosa devi fare

  • tienila in una stanza luminosa, ti durerà più a lungo
  • la temperatura ideale è tra 16 e 22 °C
  • innaffiala quando senti il terriccio asciutto toccandolo
  • concima la pianta non prima di aprile

Cosa NON devi fare

  • NON esporla sotto i 10°C
  • NON lasciare l'acqua nel sottovaso per più di 1 ora
  • NON tenerla vicino ai termosifoni (tienila almeno ad 1 metro di distanza)
  • NON concimarla quando è in fiore